Spread the love

Il noto Dj Angelus Marino, produttore musicale ed artista tra i più quotati a livello internazionale nel genere Elektro Minimal House ci racconta del suo nuovo singolo Caos. Benvenuto Angelus a cosa ti sei ispirato per questo tuo ultimo brano?

Penso che l’arte sia un privelegiato veicolo di osservazione e denuncia da parte di un artista e dunque l’idea di “Caos” mi è venuta guardando cosa sta succedendo attualmente nel mondo. Il brano l’ho dedicato proprio alla situazione presente in questo istante e poiché sono persona che non rincorre il successo, non volevo chiamarlo covid,  dato che anche molte persone sono mancate e stanno ancora male. Chiamare il brano “Caos” mi è sembrato potesse rappresentare l’antitesi di cio che invece dovrebbe essere, ovvero il benessere e l’equilibrio, quindi l’amore, che in questo momento è meno presente, il resto è solo confusione. Ci tengo a dire che la copertina è dell’artista Campey che ringrazio.

Una carriera di tutto rispetto sia come musicista ma anche come produttore, rammentiamo che sei considerato tra le eccellenze musicali ed un riferimento di livello internazionale della Tekno Elektro Minimal House edm.
In effetti già a partire dagli anni 90 ho avuto le mie soddisfazioni ed ho realizzato e pubblicato molti brani che sono poi diventi dei cult del settore. Grazie non solo a me ma anche al mio management, attualmente andiamo in onda, con il mio programma radio, in oltre 1000 radio network in tutto il mondo. Un format che ha davvero avuto un enorme successo. Ed ogni volta che andiamo in onda si collegano al programma almeno 1.800/2 milioni di persone. Il programma si chiama “TELETRASPORTO DNA DIXIT”. Ma abbiamo anche un secondo programma che si chiama  “VITAMINA V” che va in onda sempre su oltre mille da Radio Network nel mondo, da Studio 1, ad Abruzzo, Vendjs con I Cavalieri Di Teletrasporto, Moratto Panda Killer Faber Bismark Federico Scavo Lord Chukz Carl Cox Tiesto Adam Bayer Einstein Doctor Dj Tony Cortese, Radio Zeus, in Argentina Elettrona Radio, Club Radio One in Italia da Milano, ma tante davvero ed ovunque nel mondo. Il circuito attraverso cui è trasmesso il programma è Tendenz.

Non c’è che dire una grande soddisfazione professionale.
Devo dire che la mia più grande soddisfazione artistica risale al 1992 quando ho conosciuto Dottor Felix che ha creduto in me sostenendomi. Oggi sono diventato ciò che sono anche a grazie a lui. Non da meno Killer Faber a cui ancora oggi sono legato da amicizia ed affetto. E anche Ennio Morricone con cui ho avuto il piacere di collaborare ed apprendere tanti aspetto della musica.

Angelus l’arte è stata un po’ dimentica in questa emergenza, cosa si potrebbe fare secondo te?
Secondo me esiste un codice di comunicazione universale ed è appunto l’arte. La musica in primis è un veicolo di comunicazione per eccellenza. Lo spettacolo e la musica dovrebbero essere sostenuti dalle istituzione perchè sono un pilastro della cultura di un Paese. All’estero l’arte infatti primeggia, ed anche in questo momento, con le dovute cautele ovvio, le si da spazio. Dove attualmente mi trovo, sono stati chiamati diversi artisti, tra cui anche io, ed  attraverso una serata abbiamo sostenuto una raccolta fondi in favore di chi ha meno possibilità, anche semplicemente per fare la spesa.

Cosa vuoi trasmettere attraverso la musica?
Assolutamente sempre un messaggio di positività ed amore, di pace e di tolleranza, valori in cui credo profondamente. Fra l’altro sono ambasciatore dell’ONU per la pace nel mondo e sono anche ambasciatore dell’UPFSM, acronimo di UPF SENDER MEDICAL, con loro ho suonato anche in posti di guerra per sostenere le popolazioni di territori fortemente provati, da ricostruire. Il mio messaggio quindi, avendo visto ciò che ho visto, è proprio “Love and Pace”.

Dove prima di lasciarti dicci dove possiamo trovare il brano “Caos”.
Il brano fra qualche settimana sarà su tutti i Digital Store e c’è anche una proposta di un’ etichetta discografica con cui attraverso questa iniziativa devolveremo il ricavato ad un fondo destinato a bimbi orfani, si tratta di Save to the Cildren con la Boot recording.