Spread the love

Un nutritissimo e ricercato programma quello del Festival T.E.H.R., Thematic Exhibition on human rights, presentato da Rodolfo Martinelli Carraresi ed Isabel Russinova che ne è anche l’ideatrice e Direttore Artistico.
Tra gli appuntamenti programmati per questa edizione del Festival T.E.H.R, di grande ed acclarato successo, anche quello con il cinema. Lo scorso 12 dicembre infatti presso la Biblioteca del Senato della Repubblica a Roma, è stato proiettato il corto “La dove continua il mare“ di e con Isabel Russinova per la regia di Rodolfo Martinelli Carraresi, corto che è stato recentemente insignito del Premio Speciale Dino de Laurentis al Festival del Cinema Dino de Laurentis.

Gianni Marilotti, Rodolfo Martinelli, Isabel Russinova, Antony Muroni e Donatella Schùrzel

Subito dopo la proiezione, che ha lasciato il folto pubblico intervenuto piacevolmente colpito, l’interessante e partecipato dibattito “La donna simbolo di accoglienza”. Sono intervenuti Gianni Marilotti, Presidente Biblioteca Senato della Repubblica, Donatella Schùrzel Vice Presidente Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia – Università La Sapienza di Roma. L’incontro è stato moderato da Antony Muroni Giornalista e Scrittore.

Rodolfo Martinelli Carraresi, Anna Cristina Caremoli e Isabel Russinova

Tra gli ospiti in sala anche Francesco Verdinelli autore delle musiche di “La dove continua il mare“ e l’attrice Daniela Allegra tra le interpreti. Tra gli altri erano presenti all’evento l’agente cinematografica Anna Cristina Caremoli, Daniela Schurzel, lo scrittore Pascal Schembri, il maestro violista Francesco Squarcia, la fotografa Heidi Stortiglione e il Direttore dell’Archivio Museo di Fiume Marino Micich.

La stessa autrice e protagonista, Isabel Russinova, ha spiegato come questa storia le appartenga profondamente, e che per questo ha voluto dedicare “La dove continua il mare“ a suo padre. La storia ha in se infatti tratti di vita vissuta direttamente dall’autrice attraverso gli accadimenti storici della sua stessa famiglia. Rodolfo Martinelli ha illustrato invece la difficoltà incontrata nel condensare in un corto storie, emozioni ed intrecci che ha reso in modo molto suggestivo, attraverso una sapiente regia.

Isabel Russinova, Francesco Verdinelli e Rodolfo Martinelli

Possiamo davvero dire come T.E.H.R, che vede la collaborazione di Amnesty International Italia, stia dando voce concreta ai Diritti Umani attraverso il linguaggio delle varie arti, ed è riuscita a suscitare crescente interesse e partecipazione di pubblico, media e soprattutto dei giovani, verso i quali è concentra una speciale attenzione.

Il Festival T.E.H.R vanta partenariati e collaborazioni di altissimo livello nazionale e internazionale come l’Università Roma3, il Conservatorio di Santa Cecilia, l’Università eCampus, la Cineteca nazionale , il Riff – Rome independent film festival , primo festival romano di cinema indipendente. Media partner è Askanews, l’agenzia giornalistica italiana.